La sfida del turismo, puntare a venti milioni di presenze

GLI STRUMENTI E LE PARTNERSHIP MESSE A PUNTO PER ATTRARRE VISITATORI IN PIEMONTE

Image for post
Image for post

Oltre venti milioni di visitatori. È questo il flusso previsto per l’Esposizione universale di Milano 2015, che Torino e il Piemonte si stanno attrezzando per intercettare, almeno in parte. La sfida delle istituzioni e degli operatori piemontesi del settore turistico è proprio quella di invogliare turisti e rappresentanti di aziende e istituzioni internazionali a fermarsi anche nei siti Unesco e negli altri luoghi d’eccellenza della regione. In quest’ottica sono state create delle sinergie pubblico-privato e messi a punto diversi strumenti per facilitare e promuovere il turismo.

Fra questi “ExpoTo”, il palinsesto degli eventi che si terranno a Torino e in tutto il territorio regionale nel corso del 2015. Si va dalla riapertura del Museo Egizio al Jazz festival, dalla mostra su Monet al Salone del libro, dalle iniziative per “Torino capitale dello Sport” al Film Festival. “L’Expo è una grande opportunità per convincersi che turismo e cultura sono veri assi di sviluppo e per rendersi consapevoli delle bellezze di cui il Piemonte è colmo”, ha detto l’assessore regionale alla Cultura e al Turismo, Antonella Parigi, nel corso della conferenza stampa di presentazione degli strumenti realizzati per la promozione turistica del Piemonte durante l’Expo. Una opportunità che i vari soggetti istituzionali hanno deciso di cogliere agendo in sinergia. Regione Piemonte, Comune di Torino e Turismo Torino hanno realizzato un piano di comunicazione integrato con due strumenti: la campagna di comunicazione “Torino e Piemonte dove ogni viaggio è un evento” e il nuovo portale di promozione turistica degli eventi, realizzato con il Csi, www.inpiemonteintorino.it, tradotto in inglese, francese, tedesco e spagnolo. La campagna di comunicazione sarà diffusa attraverso il web, le affissioni e la stampa periodica, con lancio previsto tra aprile e maggio.

Il nuovo portale è un aggregatore di eventi provenienti dai portali www.piemonteitalia.eu, www.torinocultura.it e www.turismotorino.org. Vi convergono contenuti diversi, con un approccio facile e intuitivo, ricco di immagini, schede, filmati e notizie brevi.

Quanto agli altri enti, le Camere di commercio piemontesi si sono impegnate, tramite un accordo siglato lo scorso mese di giugno, a supportare Explora, www.exploratourism.it, “destination management organization” al servizio del territorio e delle imprese per lo sviluppo turistico delle de-stinazioni di Expo 2015 da Milano alla Lombardia al Piemonte.

In base alle statistiche illustrate da Explora, i visitatori internazionali dedicherebbero tre giorni al turismo e due giorni alla visita di Expo. Almeno l’11% dei turisti europei sarebbe intenzionato a visitare Torino, e almeno il 20% di quelli extra-europei.

“Expo è una grande occasione per rilanciare non solo il turismo in Piemonte, ma anche per costruire la consapevolezza di chi siamo come sistema e di dove vogliamo puntare in termini di offerta”, ha commentato l’assessore Parigi.

Fra gli altri strumenti messi a punto per l’esposizione universale, da segnalare il portale www.wonderfulexpo2015.info, che raggruppa l’offerta turistica del territorio alla portata del visitatore Expo, secondo temi come arte e cultura, benessere, enogastronomia e shopping. Un luogo di incontro fra le destinazioni, i fornitori di servizi turistici e la domanda.

In questo senso si sta orientando anche la piattaforma di promozione dell’offerta regionale www.bookingpiemonte.com, che si pone di valorizzare gli itinerari sul territorio in base ai quattro asset fondamentali: outdoor, green, turismo religioso ed enogastronomia. Oltre alla possibilità di prenotare camere, il portale propone pacchetti turistici da confezionare secondo diverse tipologie di prodotto, oppure in relazione a eventi di richiamo.

Dal punto di vista della comunicazione, nell’ambito di Expo è stato creato E015, www.e015.expo2015.org, un ambiente digitale di cooperazione aperto, nato con l’obiettivo di favorire l’incontro fra domanda e offerta di beni e servizi da parte del sistema delle imprese a favore dei cittadini, non solo nel periodo di svolgimento dell’esposizione universale ma anche per gli anni successivi. Ogni soggetto aderente, azienda, ente o associazione, può mettere a disposizione i contenuti informativi che desidera rendere visibili nell’“ecosistema digitale” E015.

Anche l’Unione industriale di Torino ha messo a punto, attraverso il sito www.invitatorino.it, una rete virtuale di relazioni aziendali. Attraverso il web ogni impresa può infatti inviare un “invito” rivolto a clienti e fornitori, specie stranieri, a visitare l’esposizione soggiornando a Torino, offrendo anche la possibilità di visitare aziende o di creare situazioni ed eventi di incontro. (pdv)

Il richiamo di cattedrali e città

Il progetto della Cei piemontese per la promozione del circuito culturale fra le diciotto cattedrali presenti sul territorio di Piemonte e Valle d’Aosta si è dotato del sito web Città e Cattedrali. Si tratta di luoghi che quest’anno saranno al centro dell’attenzione per le celebrazioni in occasione dell’ostensione della Sindone, per il bicentenario della nascita di Don Bosco e anche agli stand dell’Expo. Il progetto è nato nel 2005 per iniziativa della fondazione Crt e si è sviluppato nell’arco di dieci anni grazie alla partnership con la Consulta regionale per i beni ecclesiastici del Piemonte e della Valle d’Aosta, la società Arcus, la direzione regionale ai beni culturali e le Regioni Piemonte e Valle d’Aosta. L’iniziativa mette a sistema i luoghi di storia e di arte sacra rendendoli aperti e fruibili attraverso itinerari di visita geografici e tematici. Il fulcro della promozione dei luoghi sacri e del territorio circostante è il portale, che si pone come una piattaforma fondamentale nel processo di valorizzazione del patrimonio culturale ecclesiastico delle 18 diocesi delle due regioni. Uno spazio virtuale di presentazione e di interpretazione nel quale, in un’unica visione d’insieme, si possono cogliere le specificità e le chiavi di lettura storico-artistiche e liturgico-devozionali dei luoghi del sacro. Tra le funzionalità del sito anche la possibilità di creare dei percorsi di visita personalizzati.

www.cittaecattedrali.it

Il canale Medium ufficiale del Consiglio regionale del #Piemonte, dove raccogliamo notizie e approfondimenti. I video su http://www.crpiemonte.tv

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store