Image for post
Image for post
Il Lago Maggiore

Regio Insubrica, un confine che unisce

La comunità di lavoro transfrontaliera dei laghi prealpini, a cavallo tra Svizzera e Italia, prende nome dall’antica popolazione degli Insubri. Oggi è presieduta dal piemontese Marnati

È stato l’assessore regionale piemontese Matteo Marnati a raccogliere il testimone della presidenza della Regio Insubrica, che dalla Lombardia è passata alla Regione Piemonte lo scorso 18 settembre ad Arona, in coincidenza con il 25° anniversario dell’istituzione.

Nell’ambito dei lavori del Consiglio regionale del Piemonte, ad occuparsi della Regio Isubrica è la neonata Settima commissione permanente, che si occupa di Autonomia e che è presieduta da Riccardo Lanzo della Lega. Con l’approvazione di emendamenti presentati dallo stesso Lanzo, tra le competenze è stata inserita proprio la Comunità di lavoro Regio insubrica e il frontalierato.

La Regio Insubrica è un’Euroregione e una comunità di lavoro transfrontaliera, che abbraccia il territorio a cavallo del confine tra Svizzera e Italia. Nel nostro archivio è conservato l’approfondimento pubblicato sull’allora magazine della Regione Piemionte, “Notzie” , a firma Lara Prato.

La sua denominazione trae origine dagli Insubri, popolazione di origine celtica che si stanziò in questa zona a partire dal V secolo a.C.; ne fanno parte la Regione Piemonte, con le Province del Verbano-Cusio-Ossola e di Novara, il Canton Ticino e la Regione Lombardia, con le Province di Como, Varese e Lecco. Complessivamente la Regio Insubrica conta oltre 160 membri. Tra di essi, oltre alle cinque province italiane ed al cantone svizzero, figurano numerosi Comuni della regione, associazioni economiche e culturali, istituti a livello universitario, le “Regioni di montagna” del Canton Ticino e le Comunità Montane delle province italiane.

Il simbolo della Regio Insubrica è l’acronimo TCVVCO costituito dalle iniziali degli enti fondatori (Ticino, Como, Varese, Verbano Cusio Ossola) scritte con l’alfabeto della civiltà preromana degli Insubres.

L’ente si occupa di promuovere a 360 gradi la cooperazione nell’area italo-svizzera dei laghi prealpini.

Queste le principali finalità: favorire lo scambio di informazioni, la conoscenza e la messa in rete degli attori chiave del territorio insubrico affinché possano integrare le rispettive forze e risorse; proporre progetti comuni o coordinati; fornire e raccogliere impulsi innovatori su temi concreti; rimuovere gli ostacoli dovuti alla mancanza di conoscenza reciproca, incomprensioni o formalità burocratiche; diffondere una mentalità transfrontaliera moderna e aperta, che induca associazioni e singole persone sui due versanti del confine a individuare opportunità, ad unirsi e prendere iniziative concrete.

Lo scopo dell’ente è insomma quello di creare un nuovo “confine”, che non divida ma unisca le realtà che gravitano sull’area dei laghi prealpini tra Italia e Svizzera, promuovendo la cooperazione transfrontaliera e la presa di coscienza dell’appartenenza ad un territorio comune, che è iscritto, al di là dei confini istituzionali, nella geografia, nella storia, nella cultura e nella lingua di quella zona.

La Regio Insubrica è una comunità che svolge un ruolo particolarmente importante per facilitare il confronto fra soggetti che, con un atteggiamento consapevole ed equilibrato, devono affrontare nel rispetto reciproco problemi complessi, collaborando e crescendo insieme. La Regione Piemonte ha rafforzato negli anni il suo impegno nell’ambito delle relazioni transfrontaliere con la Svizzera e il Canton Ticino. Tra i frutti concreti di questo impegno c’è stato il protocollo d’intesa sottoscritto con il Ministero delle Infrastrutture per garantire al tratto di Strada statale 34 tra Verbania e il confine svizzero una programmazione di interventi per permettere la completa messa in sicurezza di questo collegamento viario fondamentale tra Italia e Svizzera, come richiesto sia dagli amministratori del territorio che dalle autorità cantonali.

Sul piano operativo, il Comitato direttivo si articola in: Tavoli di lavoro tematici per consultare e coinvolgere in modo permanente associazioni, enti pubblici, privati e di pubblica utilità che operano sul territorio della Comunità di lavoro e Gruppi di lavoro per progetti particolari, specifici e concreti, con mandato a termine. L’obiettivo condiviso da tutte le realtà che compongono la Regio Insubrica, è fare di questa comunità di lavoro un ponte tra il Nord ed il Sud dell’Europa, puntando sulla cooperazione, sull’integrazione e sullo sviluppo di una realtà locale forte ed interconnessa, in cui le differenze costituiscono una ricchezza e non un limite.

Per approfondire: “Comunità di lavoro Regio Insubrica”

Il canale Medium ufficiale del Consiglio regionale del #Piemonte, dove raccogliamo notizie e approfondimenti. I video su http://www.crpiemonte.tv

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store